REGOLE DI RISOLVIONLINE.COM

 

  1. AMBITO DI APPLICAZIONE

 RisolviOnline.com della Camera Arbitrale di Milano è un servizio di risoluzione online delle controversie commerciali tra consumatori e imprese/professionisti oppure tra imprese/professionisti indipendentemente dalla residenza o sede geografica.

RisolviOnline.com può rifiutare, dandone comunicazione motivata all'istante entro 21 giorni dal deposito della domanda, il trattamento della controversia per i seguenti motivi: 

a)      La controversia non rientra nell’ambito di applicazione di RisolviOnline.com[1]

b)      La controversia è futile o temeraria;

c)      Il consumatore non ha effettuato un primo tentativo di risolvere la controversia direttamente con il professionista;

d)      Per la controversia è prevista dalla legge la competenza specifica di un diverso ADR.

e)      Il trattamento della controversia rischierebbe di nuocere significativamente all’efficace funzionamento del servizio.

 

 2. LA SEGRETERIA

La Segreteria amministra il servizio RisolviOnline.com.

I funzionari della Segreteria devono essere e apparire imparziali nella gestione della pratica e nei confronti di tutti i soggetti coinvolti.

 

3. LINGUA DEL PROCEDIMENTO E COMUNICAZIONI TRA LA SEGRETERIA E LE PARTI

Salvo diverso accordo tra le parti e il terzo, la procedura di facilitazione e/o valutazione si svolgerà in Italiano e/o in inglese.

La Segreteria comunica con le parti in Italiano e/o in Inglese agli indirizzi di posta elettronica forniti dagli interessati.

 

4. IL TERZO INDIPENDENTE E NEUTRALE: valutatore e facilitatore

1)      Il Terzo Facilitatore: aiuta le parti a raggiungere un accordo senza entrare nel merito della controversia né decidere chi ha ragione o torto. Assiste le parti a dialogare e cooperare alla soluzione del problema;

2)      Il Terzo Valutatore: formula una o più proposte di soluzione della controversia (non vincolanti) basandosi su quanto esposto dalle parti nella documentazione depositata e sul principio di equità.

La Segreteria individua il terzo all’interno di una lista redatta secondo criteri di competenza e professionalità. Il terzo si impegna a rispettare le Regole di RisolviOnline.com e le Norme di Comportamento ad esse allegate. 

Il terzo deve comunicare alla Segreteria qualsiasi fatto, circostanza o rapporto connesso alle parti o all’oggetto della controversia che possa influire sulla propria indipendenza, neutralità ed imparzialità.

 

5. AVVIO

La parte interessata attiva la procedura con la trasmissione via web dell’apposito modulo ed eventuali allegati presente su www.risolvionline.com.

La Segreteria contatta l’altra parte all’indirizzo e-mail fornito dalla parte attivante, invitandola a aderire al procedimento entro 15 giorni dal contatto.   

Se la parte invitata al procedimento accetta di partecipare, compila l’apposito modulo trasmettendolo alla Segreteria insieme ad eventuali allegati.

Ricevuta l’adesione, la Segreteria ne dà comunicazione alla parte attivante e procede all’individuazione del terzo. 

Sia la domanda che l’adesione dovranno essere concise, chiare e complete. In caso contrario la Segreteria si riserva di sospendere il trattamento della pratica e di contattare le parti al fine di chiedere chiarimenti e integrazioni o di ridurre la documentazione prodotta.

Salvo espressa richiesta in senso contrario, l’intera documentazione relativa al caso è messa esclusivamente a disposizione del  terzo.

 

6. SVOLGIMENTO

Il procedimento si svolge unicamente tramite modalità telematiche all’interno dei due schemi offerti da RisolviOnline.com: facilitazione e valutazione. Qualora il terzo lo ritenga possibile e opportuno anche con l’utilizzo combinato di tali strumenti.

1)      Facilitazione:

Le parti partecipano di persona al procedimento. Oppure possono nominare un rappresentante informato sulla vicenda e in possesso dei poteri di negoziare e sottoscrivere l’eventuale accordo. In tal caso dovranno far pervenire alla Segreteria una delega che attesti tali poteri unitamente a copia dei documenti di identità di delegato e delegante.

Le parti possono farsi assistere da consulenti, legali o persone di fiducia.

Le parti sono tenute al rispetto delle istruzioni fornite dal facilitatore relative alla tempistica e in generale alla gestione del procedimento che viene condotto senza formalità. 

Il terzo facilitatore ha la facoltà di comunicare con le parti congiuntamente oppure in via riservata con ciascuna di esse. Se le parti raggiungono un accordo questo viene formalizzato e acquisisce valore di contratto.

2)      Valutazione:

Il valutatore formula una o più proposte di soluzione della controversia sulla base della documentazione fornita dalle parti e del principio di equità. Egli può richiedere brevi note esplicative per meglio comprendere il caso utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma.

Le proposte di soluzione vengono rese disponibili alle parti entro 30 giorni lavorativi dall’accettazione dell’incarico.

Se le parti convergono su una di tali proposte, la Segreteria procede a trasferirla in un documento che una volta sottoscritto dalle parti acquisisce valore di contratto.

 

7. CONCLUSIONE

Il procedimento si conclude in ognuna delle seguenti ipotesi:

 

a)      Nel caso in cui la parte invitata non accetti di partecipare al procedimento;

b)      Trascorsi 15 giorni dal contatto con la parte invitata senza che l’accettazione sia pervenuta alla Segreteria;

c)      Quando viene raggiunto un accordo nella facilitazione;

d)      Quando la/le proposte di soluzione vengono rese disponibili nell’area riservata e le parti interessate si accordano su una di esse nella valutazione;

e)      In ogni caso, trascorsi  90 giorni dall’inizio del procedimento in assenza di richiesta congiunta di una proroga di tale termine – non superiore ad ulteriori 90 giorni;

f)       Quando una o tutte le parti si ritirano dalla procedura dandone notizia alla Segreteria oppure abbandonano la procedura per oltre 15 giorni lavorativi senza fornire giustificazione.

 

8. RISERVATEZZA

La Camera Arbitrale di Milano garantisce la riservatezza del procedimento. La Segreteria ed il terzo si impegnano a non divulgare quanto appreso in occasione del procedimento. 

Le parti sono tenute a non divulgare a terzi o in occasione di eventuali procedimenti contenziosi promossi in relazione alla medesima controversia, i fatti e le informazioni apprese durante il procedimento e a non creare e conservare copia delle comunicazioni attinenti al merito del procedimento. L’obbligo di riservatezza viene meno solo se tutte le parti della controversia sono concordi e manifestano tale volontà per iscritto.

Le parti si impegnano, inoltre, a non chiamare il terzo o il funzionario di RisolviOnline.com a testimoniare sui fatti e sulle circostanze relative al procedimento.

 

9. CIRCOSTANZE IMPREVISTE

In tutti i casi non espressamente previsti dalle presenti Regole, la Segreteria procederà valutando il caso concreto in accordo con le Regole stesse.

 

[1] Non si tratta di controversia commerciale.

 

Tariffario

tab. 1 Per il consumatore

VALORE DELLA LITE

COSTI

fino a € 50000

€ 30

oltre € 50000

€ 60

 

tab. 2 Per l'impresa/professionista

VALORE DELLA LITE

COSTI

fino a € 500

€ 30

da € 501 a € 1.000

€ 60

da € 1.001 a € 5.000

€ 100

da € 5.001 a € 10.000

€ 200

da € 10.001 a € 25.000

€ 350

da € 25.001 a € 50.000

€ 500

oltre € 50.001

2% fino a un massimo di € 5.000

 

La tariffe indicate nella Tab. 1 si applicano al consumatore, cioè “la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta” (rif. Art. 3 Codice del Consumo).

Le tariffe indicate nella Tab. 2 si applicano all’impresa/professionista sia nelle controversie con il consumatore sia nelle controversie tra imprese/professionisti.   

Al momento dell’inoltro della domanda, la parte istante versa€ 30 che verranno dedotti dalle sue spese di procedura in caso di adesione dell’altra parte mentre nel caso in cui l’altra parte non aderisca non verranno restituiti.

Le tariffe sopraindicate comprendono il costo del servizio RisolviOnline, il compenso del terzo e l’IVA.

Documenti